[mc4wp_form id="5"]

Partial Discharge: controllare quadri ed impianti che non si possono aprire.

L’analisi Partial Discharge è la soluzione ideale per la verifica in marcia dei quadri MT.

Un insieme di tecniche, che permette di scoprire eventuali danni nei dielettrici di sottostazioni AT e quadri MT.

Le Scariche Parziali, meglio conosciute come Partial Discharge, sono scariche elettriche che non bucano completamente l’isolamento tra conduttori.

La dimensione di queste scariche è solitamente piccola, tuttavia sono in grado, pian piano, di danneggiare irreparabilmente gli isolamenti, fino alla formazione di archi distruttivi.

La diagnosi non distruttiva di Scariche Parziali, se fatta precocemente e regolarmente, identifica queste fonti di potenziale danno irreparabile.
Se non identificate finiranno per causare perdite di produzione e grossi costi ma soprattutto potranno diventare un rischio per il personale.

Questa diagnosi è molto semplice.

Si avvicina uno strumento ai componenti da analizzare. A distanza per gli impianti AT e a contatto per i quadri MT e per i cavi.

 

I sensori “sentono” tre tipi di segnale:

  • TEV: quando una scarica parziale avviene all’interno di un interruttore, genera onde elettromagnetiche nella banda delle onde radio che possono sfuggire solo attraverso le aperture presenti (fori, guarnizioni o isolamenti). Quando si propagano al di fuori dell’interruttore generano “Tensioni Transitorie verso terra” (TEV) che sono rilevabili dall’esterno con una sonda a contatto.
Grafico TEV con interpretazione dei dati
  • Ultrasuoni: le scariche parziali emettono anche onde acustiche, soprattutto ultrasuoni. Lo strumento ha la massima sensibilità attorno ai 40 kHz, quando può captare gli ultrasuoni che attraversano anche le minime aperture presenti nell’involucro dei componenti esaminati.
Grafico ultrasuoni di scarica parziale
  • RCFT (radio frequency current transformer): quando una scarica parziale avviene in un cavo e si creano impulsi di corrente che si propagano a partire dal punto di scarica attraverso i cavi di terra. Un anello RCFT, posizionato sul cavo di terra, può quindi rilevare la presenza di scariche nei cavi.
UltraTEV Plus2 by EA Technology

Ricapitolando

L’ispezione intelligente al vostro servizio.

Per ridurre gli imprevisti chiedete ulteriori informazioni.