La Termografia per il Teleriscaldamento: tracciatura impianti e diagnosi delle perdite.

La termografia per il teleriscaldamento: perché è utile?

Cerchiamo di capirlo meglio.

 

Le reti di teleriscaldamento sono sempre più utilizzate nei centri urbani anche piccoli, per una serie di vantaggi indubbi che portano alla comunità.

In primo luogo i moderni sistemi di teleriscaldamento hanno un impatto ambientale globalmente minore di un insieme vasto di piccoli sistemi autonomi di generazione di calore.

Secondariamente, questi sistemi permettono una generale riduzione dei costi, poiché il fluido caldo viene prodotto in centrali ad altissima efficienza e veicolato con tubazioni ad alte prestazioni.

In terzo luogo agli utenti viene addebitata solo l’energia effettivamente consumata, soprattutto nei moderni sistemi dotati di contabilizzatori di ultima generazione.

Inoltre l’utilizzo del teleriscaldamento permette di evitare, per gli utenti finali, sistemi complessi di generazione di calore e i rischi da essi generati: inquinamento, intossicazione, esplosione, costi del mantenimento e dei controlli periodici.

E’ quindi per queste ottime ragioni che sempre più Comuni si affacciano agli impianti di teleriscaldamento.

 

La nostra missione è fornire servizi di supporto a questa tecnologia di generazione e distribuzione del calore ed è per questo che, in questo breve articolo, vogliamo analizzare i vantaggi della termografia per il teleriscaldamento.

In particolare nella tracciatura degli impianti e nella diagnosi delle perdite.

 

Quali vantaggi può dare la termografia nel caso degli impianti di teleriscaldamento, della loro tracciatura e della ricerca delle perdite?

  • Come per la normale tecnica fotografica e di ripresa video permette una eccellente e veloce analisi delle aree da verificare;
  • può essere effettuata in modo sicuro anche in tratti viari ad elevata densità di traffico;
  • il sistema si presta ad essere installato su veicoli terrestri o anche UAV;
  • permette non soltanto l’individuazione delle perdite ma anche, quasi sempre, la tracciatura del percorso delle tubazioni;
  • si può utilizzare, con elevata probabilità di successo, su qualsiasi tipo di terreno;
  • l’interpretazione dei risultati è in tempo reale;
  • l’acquisizione con la termografia è poi integrabile con sistemi di rilevamento puntuali a maggior accuratezza o dettaglio;
  • i dati rilevati e le immagini possono essere georeferenziate..

 

Di seguito potete visualizzare un esempio di tracciatura di impianti mediante acquisizione di un video termografico in tempo reale. La termocamera, di tipo ad alta risoluzione normalmente reperibile sul mercato, è stata installata su un furgone e controllata tramite interfaccia wi-fi.

 

Una volta definita l’utilità della termografia come sistema di ricerca e diagnosi degli impianti, si potrebbe pensare che questa tecnica sia effettuabile solo in alcune condizioni o sempre.

In realtà l’applicabilità della termografia in questo tipo di ricerca è molto ampia ma richiede, in ogni caso, delle piccole accortezze.

 

Vediamo quali sono le condizioni e le modalità ideali per l’utilizzo della Termografia per l’analisi delle reti di teleriscaldamento:

  • condizioni meteorologiche  favorevoli (pioggia e neve non permettono una adeguata individuazione degli impianti);
  • ore notturne, specialmente se si effettua l’analisi dopo giornate soleggiate;
  • periodo invernale o, in ogni caso, con notti fresche;
  • idealmente, ma non esclusivamente, superfici abbastanza uniformi (strade, aiuole con erba curata o similari);
  • una termocamera “sensibile”, come caratteristiche come quelle dei nostri strumenti;
  • un operatore “attento”.

 

Osserviamo ora alcuni esempi di ricerche effettuate in Lombardia.

 

 

E’ importante in ogni caso non trascurare il fatto che questo tipo di tecnica, come tutte le tecniche non distruttive, ha anche delle limitazioni.

Non sono limitazioni tali da sconsigliare l’applicabilità del metodo ma in ogni caso devono essere ben presenti al momento dell’inizio delle verifiche o in fase d’ordine.

Viceversa non potranno eventualmente essere individuate anomalie o punti specifici dei percorsi proprio a causa della scelta del momento o delle condizioni meno adatte.

 

Quali sono quindi i limiti dell’applicazione della termografia alla rilevazione delle reti di Teleriscaldamento?

  • la ricerca deve essere svolta in condizioni meteoclimatiche favorevoli;
  • il livello termico al suolo, in corrispondenza dell’impianto, deve essere sufficiente da essere discriminato rispetto al suolo adiacente;
  • potrebbe essere complesso rilevare la presenza della rete in caso di terreni “complicati”;
  • è estremamente complesso, se non impossibile, effettuare una diagnostica del degrado delle prestazioni della coibentazione, pur effettuando una perfetta misurazione “quantitativa”.

 

 

Related Posts

Leave a Comment

#contact-form-59e7ecba3c7c7 .text-input, #contact-form-59e7ecba3c7c7 .mk-textarea, #contact-form-59e7ecba3c7c7 .mk-button{ border-color:#fff; } #contact-form-59e7ecba3c7c7 .text-input, #contact-form-59e7ecba3c7c7 .mk-textarea{ color:#fff; } #contact-form-59e7ecba3c7c7 .text-input::-webkit-input-placeholder, #contact-form-59e7ecba3c7c7 .mk-textarea::-webkit-input-placeholder, #contact-form-59e7ecba3c7c7 .text-input:-moz-placeholder, #contact-form-59e7ecba3c7c7 .mk-textarea:-moz-placeholder, #contact-form-59e7ecba3c7c7 .text-input::-moz-placeholder, #contact-form-59e7ecba3c7c7 .mk-textarea::-moz-placeholder, #contact-form-59e7ecba3c7c7 .text-input:-ms-input-placeholder, #contact-form-59e7ecba3c7c7 .mk-textarea:-ms-input-placeholder{ color:#fff; } #contact-form-59e7ecba3c7c7 .mk-button{ color:#fff !important; } #contact-form-59e7ecba3c7c7 .mk-button:hover{ background-color:#fff; color:#333 !important; } #contact-form-59e7ecba3c7c7 .captcha-change-image { color:#fff; }
Termografia-industria-1Motore-AC-per-esempio-Motor-Testing-MCA