Condition Monitoring e Manutenzione Predittiva cosa sono?

Condition Monitoring e Manutenzione Predittiva sono due tappe fondamentali di quel percorso che, una volta completato, genera risparmio ed efficienza degli impianti produttivi.

.page-section-59c16782bf9a0 { padding:10px 0; background-attachment:; background-attachment: scroll\9 !important; background-position:left top; background-repeat:repeat; } .page-section-59c16782bf9a0 .alt-title span { } .page-section-59c16782bf9a0.section-expandable-true:not(.active-toggle):hover .mk-section-color-mask { opacity:0.2 !important; } .page-section-59c16782bf9a0 .expandable-section-trigger i { opacity:1; top:0 !important; }

Condition Monitoring e Manutenzione Predittiva cosa sono?

Sono due espressioni che spesso vengono utilizzate come sinonimi, come se fossero una la traduzione inglese dell’altra.

Invece non è così. Non sono sinonimi.

Condition Monitoring e Manutenzione Predittiva non sono quindi la stessa cosa ma rappresentano due fasi consecutive per il raggiungimento dell’eccellenza di manutenzione, per la riduzione dei costi di gestione e per il miglioramento degli indici di performance di una azienda.

Una cosa deve essere chiara: il Condition Monitoring può vivere senza la Manutenzione Predittiva ma non viceversa.

Cerchiamo quindi di capire per bene di cosa stiamo parlando.

E per fare questo, il paragone migliore ce lo fornisce la nostra vita di tutti i giorni.

Ricordiamo che esistono vari tipi di politica di manutenzione di cui i primi tre sono:

  • Manutenzione correttiva: “lo aggiusto quando si rompe”;
  • Manutenzione preventiva: “lo cambio prima che si rompa”;
  • Manutenzione predittiva: “intervengo appena mi accorgo che qualcosa non va”.

Non c’è da stupirsi se di solito la politica di Manutenzione adottata è di tipo correttivo o preventivo…succede quasi sempre

Strumento-per-cuscinetti-SPM-Instrument-Bearing-Checker
.page-section-59c16782c09ad { padding:10px 0; background-attachment:; background-attachment: scroll\9 !important; background-position:left top; background-repeat:repeat; } .page-section-59c16782c09ad .alt-title span { } .page-section-59c16782c09ad.section-expandable-true:not(.active-toggle):hover .mk-section-color-mask { opacity:0.2 !important; } .page-section-59c16782c09ad .expandable-section-trigger i { opacity:1; top:0 !important; }

Nella vita di tutti i giorni noi ci gestiamo secondo i principi del Condition Monitoring e della Manutenzione Predittiva.

La Manutenzione Preventiva non la consideriamo, la Manutenzione Correttiva ci terrorizza.

Strumento-Condition-Monitoring-SPM-Instrument-Diamond

Se quello che abbiamo appena scritto ti sembra strano, proviamo a capire meglio cosa è la Manutenzione Predittiva e come si lega al Condition Monitoring.

Il Condition Monitoring è l’insieme delle tecniche diagnostiche che servono a conoscere la condizione operativa delle macchine.

In altre parole, senza fermare le macchine o in ogni caso con fermate pianificate, ma senza smontare nulla, con il Condition Monitoring è possibile conoscere la condizione degli impianti e delle macchine e capire se è tutto a posto o qualcosa non va.

La Manutenzione Predittiva è l’insieme delle operazioni manutentive che vengono eseguite a seguito dei responsi del Condition Monitoring per garantire la massima vita possibile agli impianti, evitando il guasto o allontanando il momento in cui il guasto accadrà.

Sembra complicato?

Allora provate a pensare un momento alla vostra vita di tutti i giorni.

.page-section-59c16782c7e4d { padding:10px 0; background-attachment:; background-attachment: scroll\9 !important; background-position:left top; background-repeat:repeat; } .page-section-59c16782c7e4d .alt-title span { } .page-section-59c16782c7e4d.section-expandable-true:not(.active-toggle):hover .mk-section-color-mask { opacity:0.2 !important; } .page-section-59c16782c7e4d .expandable-section-trigger i { opacity:1; top:0 !important; }

Il Condition Monitoring mi dice come sto, la Manutenzione Predittiva mi tiene in forma e previene guai più grossi.

.page-section-59c16782c8f9b { padding:10px 0; background-attachment:; background-attachment: scroll\9 !important; background-position:left top; background-repeat:repeat; } .page-section-59c16782c8f9b .alt-title span { } .page-section-59c16782c8f9b.section-expandable-true:not(.active-toggle):hover .mk-section-color-mask { opacity:0.2 !important; } .page-section-59c16782c8f9b .expandable-section-trigger i { opacity:1; top:0 !important; }

Immaginiamo che la nostra vita sia gestita con la Manutenzione Correttiva.

Potremmo riassumerla come segue: “mangio ciò che voglio, bevo ciò che voglio, faccio ciò che voglio…e quando succede qualcosa non mi importa. Mi aggiusteranno. E se non sono riparabile mi sostituiranno”.

Non pensiamo che questa sia la logica che la maggior parte di noi segue nella vita, soprattutto se siete leggermente ipocondriaci…o no?

 

Proviamo ora a pensare come sarebbe la nostra vita gestita con la Manutenzione Preventiva.

Potremmo semplicemente pensare che sarebbe più o meno così: “visto che di solito verso i 50 anni può venire un infarto, a 49 mi faccio il trapianto di cuore. Visto che a 70 anni potrei avere problemi all’anca a 69 vedo di farmi mettere le protesi”.

Ora, siamo seri…avete mai conosciuto qualcuno che ragioni così?

Noi personalmente no.

 

Vediamo invece come sarebbe la nostra vita se fosse gestita secondo i principi del Condition Monitoring e della Manutenzione Predittiva.

A pensarci bene potrebbe funzionare così: “ogni tanto mi faccio dei controlli. Se tutto va bene non faccio nulla altrimenti vado dal medico e faccio quello che mi dice per evitare che il guaio peggiori”.

Non vi ricorda qualcosa o qualcuno?

Certo…più o meno il 99% delle persone attorno a voi!

Software-termografia-condition-monitoring-manutenzione-predittiva
Termocamera-Flir-P620
.page-section-59c16782c98db { padding:10px 0; background-attachment:; background-attachment: scroll\9 !important; background-position:left top; background-repeat:repeat; } .page-section-59c16782c98db .alt-title span { } .page-section-59c16782c98db.section-expandable-true:not(.active-toggle):hover .mk-section-color-mask { opacity:0.2 !important; } .page-section-59c16782c98db .expandable-section-trigger i { opacity:1; top:0 !important; }

Quindi Condition Monitoring e Manutenzione Predittiva cosa sono?

Il modo più naturale di gestire la buona salute di una macchina complessa.

Chi-siamo-DarkWave-Thermo

Pertanto ritorniamo alla domanda iniziale: Condition Monitoring e Manutenzione Predittiva cosa sono?

Sono l’unione di tecniche diagnostiche ed azioni manutentive conseguenti al risultato della diagnostica.

Badate bene…anche solo controllare il livello dell’olio o l’assenza di gocciolamenti è considerato Condition Monitoring e rabboccare l’olio è alla fine Manutenzione Predittiva.

Noi siamo specializzati in Condition Monitoring perché mettiamo l’Ente Manutenzione del Cliente in grado di poter effettuare attività di Manutenzione Predittiva, solo dove serve facendo solo ciò che serve.

Questo è il vero cambio nella mentalità.

L’evoluzione del sistema di Manutenzione è trasformare l’intervento in corsa, non pianificato e urgente in un modo diverso e più “naturale” di trattare le macchine e impianti, fondamentalmente come avessimo a che fare con il nostro corpo.

Potremmo chiamarlo “approccio olistico” alla Manutenzione.

“Ascoltare” gli impianti per portarli al “benessere”.

.page-section-59c16782cbafb { padding:10px 0; background-attachment:; background-attachment: scroll\9 !important; background-position:left top; background-repeat:repeat; } .page-section-59c16782cbafb .alt-title span { } .page-section-59c16782cbafb.section-expandable-true:not(.active-toggle):hover .mk-section-color-mask { opacity:0.2 !important; } .page-section-59c16782cbafb .expandable-section-trigger i { opacity:1; top:0 !important; }

La vera innovazione è comprendere come un sistema, un impianto, una organizzazione, siano strutture “vive”, dove non è possibile, come nel corpo umano, distinguere il singolo componente dalla totalità di cui esso è parte.

E il “benessere” di un sistema passa prima di tutto dalla conoscenza della sua condizione e dei suoi malesseri.

.page-section-59c16782ccab2 { padding:10px 0; background-attachment:; background-attachment: scroll\9 !important; background-position:left top; background-repeat:repeat; } .page-section-59c16782ccab2 .alt-title span { } .page-section-59c16782ccab2.section-expandable-true:not(.active-toggle):hover .mk-section-color-mask { opacity:0.2 !important; } .page-section-59c16782ccab2 .expandable-section-trigger i { opacity:1; top:0 !important; }
#contact-form-59c16782ce8a0 .text-input, #contact-form-59c16782ce8a0 .mk-textarea, #contact-form-59c16782ce8a0 .mk-button{ border-color:#fff; } #contact-form-59c16782ce8a0 .text-input, #contact-form-59c16782ce8a0 .mk-textarea{ color:#fff; } #contact-form-59c16782ce8a0 .text-input::-webkit-input-placeholder, #contact-form-59c16782ce8a0 .mk-textarea::-webkit-input-placeholder, #contact-form-59c16782ce8a0 .text-input:-moz-placeholder, #contact-form-59c16782ce8a0 .mk-textarea:-moz-placeholder, #contact-form-59c16782ce8a0 .text-input::-moz-placeholder, #contact-form-59c16782ce8a0 .mk-textarea::-moz-placeholder, #contact-form-59c16782ce8a0 .text-input:-ms-input-placeholder, #contact-form-59c16782ce8a0 .mk-textarea:-ms-input-placeholder{ color:#fff; } #contact-form-59c16782ce8a0 .mk-button{ color:#fff !important; } #contact-form-59c16782ce8a0 .mk-button:hover{ background-color:#fff; color:#333 !important; } #contact-form-59c16782ce8a0 .captcha-change-image { color:#fff; }